The Italian Public History Manifesto

Il Manifesto della Public History Italiana | Das italienische Public-History-Manifest

DOI: dx.doi.org/10.1515/phw-2019-14196.

Come sappiamo, il ruolo sociale degli storici come esperti capaci di influenzare i dibattiti contemporanei a causa della loro conoscenza del passato e delle loro abilità critiche applicate alle fonti originali, è messo in discussione oggi. Questa crisi è ciò che hanno denunciato nel 2015 Jo Guldi e David Armitage in un Manifesto che è stato ampiamente commentato in tutto il mondo e tradotto in italiano.[1]

 

Promuovere il ruolo della storia nella società

A causa del contesto digitale che inquadra le riflessioni di Armitage e Guldi, anche il Manifeste des Digital Humanities discusso collettivamente nel 2010, cinque anni prima, durante THATCamp Parigi, deve anche essere menzionata qui.[2] La digital (public) history rivisita il campo della storia, rinnovando i modi tradizionali di trattare gli archivi, producendo storiografia accademica e integrando il ruolo del pubblico nel virtuale con pratiche e progetti nel web. La digital (public) …


Categories: 7 (2019) 27
DOI: dx.doi.org/10.1515/phw-2019-14196

Tags: , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

 characters available

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Pin It on Pinterest